Iscrizione 2016

Per provvedere alla iscrizione per l'anno 2016 siete pregati di scaricare i documenti allegati, di compilarli e inviarceli via fax.
Per il rinnovo della quota associativa viene fornito IBAN apposito.

icon Richiesta nuova iscrizione AIM 2016 (33 kB 2016-02-01 14:39:55)

icon Rinovo quota AIM 2016 (33 kB 2016-02-01 14:40:52)

 

Sondaggi

Qual è la malattia neuromuscolare più diffusa?
 

Visitatori e Curiosi

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi914
mod_vvisit_counterIeri1022
mod_vvisit_counterSettimana3011
mod_vvisit_counterMese27079
mod_vvisit_counterTotale1032918
Messaggio
Link Utili PDF Stampa E-mail

Associazioni, enti ed istituti di ricerca

Ministero della salute

Istituto Superiore Sanità

Istituto Mario Negri

Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri

Malattie rare Mario Negri

Telethon

Associazione per le malattie neuro-degenerative

Registro dei pazienti con malattie neuromuscolari - Onlus


Associazioni che si occupano di malattie neuromuscolari in Italia:


Fondazione  Vialli e Mauro

Scopo primario della fondazione è di carattere filantropico, ossia effettuare donazioni costanti nel tempo, ad associazioni a sfondo sociale, enti caritatevoli o di ricerca medico scientifica, attraverso progetti particolari, specifici e concreti.

Scopo secondario è di carattere culturale, ossia diffondere lo sport in generale e il calcio in particolare come fenomeno storico culturale.

Fondazione  Stefano Borgonovo

GLI OBIETTIVI DELLA FONDAZUIONE:  sostenere la ricerca per vincere la Sla, "l'elargizione di contributi e rendite per l'assistenza domiciliare ed ospedaliera a favore dei malati di sclerosi laterale amiotrofica (SLA) nonchè il sostegno anche psicologico dei loro familiari".

Associazione Luca Coscioni

L'Associazione Luca Coscioni per la libertà di ricerca scientifica è stata fondata il 20 settembre 2002 da Luca Coscioni, malato di sclerosi laterale amiotrofica e leader politico radicale della campagna per la libertà di ricerca sulle cellule staminali embrionali, per «promuovere la libertà di cura e di ricerca scientifica, l'assistenza personale autogestita e affermare i diritti umani, civili e politici delle persone malate e disabili»

ICOMM Onlus

I.CO.M.M. onlus è un’associazione senza fini di lucro che ha lo scopo di promuovere lo studio e la diffusione delle conoscenze sulla Sclerosi Laterale Amiotrofica.

I.CO.M.M. onlus intende raccogliere fondi per il finanziamento di:

  • progetti di ricerca sulle cause della Sclerosi Laterale Amiotrofica
  • iniziative per l’aggiornamento culturale degli operatori sanitari
  • programmi di assistenza per le cure palliative a domicilio

Associazione IBIS Onlus

L’Associazione Ibis Onlus per la Sclerosi Laterale Amiotrofica e le Malattie Rare - Onlus con sede in via Borgo Palazzo, 130 nel comune di Bergamo si è costituita in data 26 marzo 1999. E’ nata come (ONLUS)  “Associazione Non Lucrativa di Utilità Sociale” con l’obiettivo di avere una struttura operativa organizzata sul territorio Bergamasco a disposizione di tutti coloro che sono coinvolti (pazienti ,familiari, amici, volontari, operatori socio-sanitari) nelle problematiche che la  Sclerosi Laterale Amiotrofica comporta. Fornisce servizi di consulenza sociale,civile e di supporto per le diverse esigenze, e si colloca come punto di riferimento territoriale per ogni richiesta di aiuto e d’informazione.

APASLA

L'Associazione Piemontese per l'Assistenza alla Sclerosi Laterale Amiotrofica (APASLA) è nata nel 1996 come sezione regionale piemontese dell'AISLA

Associazione  Viva la vita Onlus

Viva las Vita è il grido di uno dei nostri veterani, Mimmo Ardagna, scomparso nel 2007 dopo 15 anni di malattia. Fu proprio lui a suggerire il nome dell'Associazione, per esprimere l'intensa voglia di vivere fino in fondo nonostante le gravi difficoltà a cui la patologia costringe.


Centro Dino Ferrari

Il "Centro Dino Ferrari" per la diagnosi e la terapia delle malattie neuromuscolari e neurodegenerative dell'Università di Milano presso l'I.R.C.C.S (Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico) Ospedale Maggiore Policlinico è stato fondato dal Prof. Guglielmo Scarlato nel 1978 presso l'Istituto di Clinica Neurologica. L'Ing. Enzo Ferrari ha voluto dedicare e intitolare questo centro alla memoria del figlio Dino, che era affetto da distrofia muscolare. Tale Istituto era già internazionalmente noto per l’attività di ricerca e diagnostica nel campo delle malattie muscolari e neurodegenerative.


Associazione Gilberto Cominetta Onlus


AGC ha raggiunto una tappa fondamentale del suo cammino. Il frutto della nostra passione, della nostra dedizione e delle risorse impiegate in questi anni è da un anno sussunto della pratica dell’hospice "Il Tulipano" di Niguarda, che oggi l'Associazione sostiene fattivamente. Ma il cammino di AGC deve continuare. Per l'immediato, AGC Onlus ha, quindi, messo in cantiere numerose iniziative. Che però hanno bisogno del sostegno di donatori, amici e volontari.

Associazione Aldo Perini


L'Associazione si propone di:

  • Mettere a disposizione dei malati e delle loro famiglie le informazioni di cui hanno bisogno per affrontare e combattere con maggiore efficacia la malattia.
  • Assistere gli ammalati a domicilio con l’aiuto dei Volontari.
  • Procurare agli ammalati le opportune attrezzature di ausilio per il decorso della malattia. 
  • Divulgare pubblicazioni sulla malattia.

ASSISLA

'idea è stata quella di affiancare. Affiancare le famiglie: nella sopportazione, nell'informazione, nella soluzione dei problemi contingenti. Affiancare i medici: spingendo la ricerca. Affiancandoli nel quotidiano con progetti d'integrazione dell'assistenza domiciliare. Ci siamo messi a disposizione, nel nostro piccolo, di chi ha bisogno. Ci siamo resi visibili per chi ci vuol aiutare.

A distanza di tempo dalla sua nascita AssiSLA è cresciuta molto... ma molto abbiamo ancora bisogno di fare...


AISLA ONLUS

dal 1983 opera con le seguenti finalità:

Diffondere presso l’opinione pubblica la conoscenza delle problematiche connesse alla SLA.
Promuovere la tutela, l’assistenza e le cure ai malati di SLA, garantendone la dignità personale per una migliore qualità di vita.
Informare i pazienti e i loro famigliari sulla malattia, sulle possibilità di cura e di assistenza.
Sostenere i pazienti ed i famigliari attraverso un centro d’ascolto e consulenza, punto di riferimento per il personale di assistenza.
Promuovere la ricerca sulla malattia.
Favorire la raccolta e l’elaborazione di dati epidemiologici su base regionale, nazionale ed internazionale.
Organizzare la formazione di gruppi di supporto ai malati e alle loro famiglie.
Realizzare convegni di studio e pubblicazioni informative per ammalati, famigliari ed operatori sanitari.